Come Conservare il Latte

Al giorno d’oggi inizia a diffondersi l’uso del latte crudo acquistato dai distributori automatici. Questo metodo è particolarmente positivo perché consente di avere un minore impatto ambientale, in quanto si usano meno imballaggi, e di consumare un alimento di alta qualità a patto che in casa venga conservato e trattato correttamente.

Per prima cosa è importante che il latte dopo l’acquisto non rimanga per lungo tempo a temperatura ambiente. Perciò non è opportuno fargli subire lunghi viaggi in macchina, magari sotto il sole estivo, prima di essere trattato correttamente e quindi essere conservato a temperature che sfiorino almeno 4 gradi.

Quindi prima di tutto deve essere bonificato, portandolo ad alte temperature. Ti è possibile operare in due modi diversi o scaldandolo sul fornello, mescolandolo in continuo in modo da rendere uniforme la temperatura, fino a quasi farlo bollire o mettendolo nel forno a microonde alla massima potenza per circa 8 minuti. In questo secondo caso non è necessario mescolare.

Per mantenere l’ottimo sapore del latte ma anche per avere la garanzia che il latte non provochi danni alla salute è necessario che venga portato a temperature intorno agli 80 gradi, quindi non è necessario arrivare all’ebollizione, ma arrivare a 80 gradi appunto. Risulta essere possibile usare un termometro che riesca a misurare alte temperature per verificarlo.
Ora è necessario mettere il latte in un contenitore e tapparlo, quando il latte si sarà sufficientemente raffreddato (massimo entro un’ora), lo devi mettere in frigorifero a 4 gradi e deve essere consumato entro tre giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *